Azioni pilota su siti che hanno problemi di degrado

Il progetto svilupperà alcune azioni pilota su siti che hanno problemi di degrado qualitativo e quantitativo delle risorse idriche, che ospitano ecosistemi di interesse comunitario e nei quali sono necessarie misure urgenti per combattere la scarsità d'acqua, senza alterare il territorio e sviluppando protocolli di corretta gestione delle attività di ricarica. Le due aree test saranno il Delta del Po e l’Alta Pianura Friulana e vi verranno applicate varie metodiche di ricarica artificiale per favorire l'immagazzinamento nel sottosuolo di parte delle piogge che attualmente defluiscono nei corsi d'acqua principali verso il mare.